mercoledì 15 marzo 2017

Premiati per fare figli

In un momento storico come questo bisogna rimettere i bambini al centro della vita. 
Non sono parole mie ma di un imprenditore vicentino, Roberto Brazzale, titolare di una azienda lattiero-casearia, che ha deciso di compiere un passo concreto e significativo per incentivare i suoi dipendenti a diventare genitori. 
Una notizia che ho letto con sorpresa e anche con estremo piacere.

lunedì 20 febbraio 2017

Le donne di oggi


Che poi ci sono i periodi in cui sparisco. Non è che cambia qualcosa, osservo il mondo come sempre ma tante volte preferisco tacere per evitare di offendere qualcuno. Potrei scrivere della persona ipocondriaca, di quelle rompipalle, di quella psicopatica in senso buono e di quella psicopatica in senso cattivo. Non è poi difficile capire dove Verdone vada a pescare i suoi personaggi...ma poi mi dico: "in fondo che ho da parlare io?" Abbiamo tutti le nostre fisse, le nostre paturnie, secondo me l'importante è accettare noi stessi e gli altri, per quello che siamo, consapevole di non essere migliori o peggiori di nessuno: semplicemente noi stessi.

lunedì 12 dicembre 2016

Io a più libri più liberi

Chi segue questo blog sa che sono una freelance e lavoro nel mondo della comunicazione. Da qualche tempo collaboro come editor con una casa editrice e in questi giorni sono stata a Più libri più liberi, la Fiera della piccola e media editoria che si è tenuta a Roma, dal 7 all'11 dicembre presso il Palazzo dei Congressi dell'Eur.

La fiera è il luogo ideale per chi ama i libri e non solo. Tanti sono stati gli eventi culturali in programma e tanti gli ospiti illustri che hanno preso parte a presentazioni, dibattiti, convegni.

Bellissimi, oltre ogni immaginazione, i personaggi che hanno animato queste giornate: parlo delle persone comuni, degli autori pazzi che si sono avvicinati al nostro stand e a quello di molti altri, dei folli tra i quali il tipo che invece di chiederci quanto costavano i libri ci ha detto che voleva acquistare il calendario (per altro in scadenza) del 2016 che avevamo messo sulla parete per coprire una macchia.

mercoledì 26 ottobre 2016

Genitori stressati

Sono andata a fare shopping con mia madre e con la gnappa l'altro giorno. Dovevo assolutamente prendere dei vestiti per lei che cresce a vista d'occhio e si sporca in continuazione. Ci siamo quindi recate in un grande negozio per bambini dove si presuppone che il personale sia abbastanza paziente e comprensivo. Ho quindi iniziato a cercare quello che mi serviva mentre la gnappa si rotolava sotto gli stand o cercava di smontare i manichini perchè aveva deciso che quello che faceva al caso suo era la maglietta sul manichino, non una identica, ma proprio quella. Quando mi reco in tali luoghi con la gnappa al seguito è ovviamente solo per necessità estrema visto che appartengo alla categoria di genitori che è ben consapevole di quanto i bambini possano dare fastidio alle altre persone.
C'è da dire anche che ormai ho perso ogni ritegno: urlo e sbraito in pubblico senza provare la minima vergogna nella speranza che questo serva un giorno a rendere i miei figli abbastanza educati e mi rendo contro che non regalo al mondo una bella immagine di me.
Dov'è la persona di una volta che usciva serenamente con la scarpa abbinata alla borsa? 
Boh. 

lunedì 17 ottobre 2016

Mamme single per un nuovo programma tv: vuoi partecipare?

Care mamme single, questo post è solo per voi.
Oggi voglio parlarvi di una bella opportunità che potrebbe interessare a qualcuna di voi.
Sono stata contattata dalla redazione di un nuovo programma televisivo dedicato, appunto, alle mamme single. Sono iniziati i casting per trovare le protagoniste delle varie puntate e qualcuna di voi potrebbe essere la persona adatta.

lunedì 26 settembre 2016

Pokemon go e altre stramberie

Non scrivi da tanti, troppi giorni, mi ricorda il mio blog.
E' vero, l'ultimo post risale a prima dell'estate, mi sono presa un lungo periodo di pausa sapendo che comunque avrei ripreso a scrivere perchè questo blog mi diverte e se devo scrivere senza divertirmi allora non lo faccio.
Troppe cose da fare, tanto tempo dietro ai figli lasciati allo stato brado da una scuola che per tre mesi non li accoglie più tra le sue mura. Ed io, mamma di tre, come molti ben sanno, alle prese con tre esigenze diverse 24 ore al giorno.

Forse non a caso ho letto in questo periodo un libro in cui il protagonista pensava di sparire. Da tutto, da tutti, almeno per un pò. Quando sono stanca ci penso spesso anche io chiedendomi cosa accadrebbe se davvero lo facessi.

(N.B.: Se davvero decidessi di sparire non cercatemi, ma immaginatemi a panza all'aria in qualche isola tropicale).

sabato 2 luglio 2016

Letture estive per suocere (ma anche no)

Quale miglior occasione di un compleanno per regalare un libro alla suocera che ama leggere! Sicura che quest'anno il regalo andava liscio senza problemi mi sono recata nella solita libreria e invece ecco la sorpresa.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...